Il cibo e l’alimentazione sono uno degli strumenti più importanti per la prevenzione di molte malattie.

Gli alimenti vengono prodotti sempre più in scala industriale e spesso possono anche essere veicolo di sostanze chimiche come:

  • concimi chimici nella coltivazione dei pascoli
  • utilizzo di mangimi chimici per l’alimentazione animale
  • l’abuso di medicinali veterinari
  • l’uso spropositato di diserbanti e di antiparassitari
Tutto questo ha come conseguenza prodotti alimentari contenenti elementi nocivi all’uomo.
Nel nostro organismo si possono accumulare metalli tossici (il piombo presenti nei pesticidi, il mercurio si può trovare in alcune verdure trattate con fungicidi), attraverso l’assunzione dei cibi che ne contengono i residui, e provocare vari problemi al nostro sistema nervoso, digestivo, riproduttivo, escretore, ecc.
Alimentiamoci in modo più naturale, con una dieta equilibrata e prodotti sani, biologici, sicuri, che non contengono residui chimici dannosi per l’organismo.
Questi prodotti devono essere coltivati con metodi naturali, utilizzando fertilizzanti organici e antiparassitari ecosostenibili.
Garantiamo al nostro organismo un apporto più completo e ricco di principi nutritivi, indispensabili per un metabolismo corretto e mantenere uno stato di salute nei confronti di molte patologie come quelle di origine allergica
Ecco alcune regole per un’ alimentazione corretta:
  • consumare i carboidrati complessi forniti dai cereali (grano, avena, riso, farro, amaranto, quinoa, kamut, tapioca (tuberi della manioca), patate, legumi)
  • preferire prodotti integrali che garantiscono un maggior numero di fibre e micronutrienti (vitamine e minerali)
  • ridurre il consumo di zuccheri semplici (barbabietola, zucchero di canna), preferire come dolcificante il miele vergine integrale o il fruttosio
  • consumare alimenti proteici con alto valore biologico(latte e derivanti, carne, pesce, uova e legumi), alternando giornalmente il loro consumo, per evitare l’instaurarsi di possibili intolleranze alimentari
  • condire a crudo con olio extra vergine di oliva
  • ad ogni pasto deve essere presente la verdura
  • è importante il consumo regolare di frutta  lontano dai pasti (es.centrifugati o spremute)
  • bere molta acqua (2 litri al giorno), ma non durante i pasti (per non diluire i succhi gastrici rallentando la digestione)
Condividi su