La Moringa è una pianta appartenente alla famiglia delle Moringaceae diffusa nelle zone tropicali ed equatoriali. Si conoscono 13 specie di Moringa ma quella utilizzata a scopo alimentare e cosmetico è la Moringa oleifera o Rafano indiano, un  albero che può raggiungere i 10 metri di altezza.

 

A scopo alimentare tutta la pianta è commestibile. Nei paesi di origine, infatti, gli abitanti utilizzano nella loro abituale alimentazione le foglie, i fiori, i frutti (baccelli), i semi, la corteccia e le radici. 

Nei paesi occidentali invece la Moringa si può trovare solitamente sotto forma di polvere di Moringa,  prodotta dalle foglie essiccate, da aggiungere a frullati, a yogurt oppure da spolverare sull’insalata. Si trovano anche foglie essiccate e sminuzzate per la preparazione di tisane oppure integratori alimentari contenenti estratti dei semi.

 

Dal punto di vista nutrizionale la Moringa presenta delle proprietà molto interessanti che la portano ad essere considerata un SUPERFOOD:

  • Un elevato contenuto proteico. Le foglie contengono il 25 per cento in peso di proteine, un contenuto proteico superiore a quello delle uova e del latte. Si tratta inoltre di proteine  ad elevato valore biologico in cui sono presenti tutti gli amminoacidi essenziali (quelli che non siamo in grado di produrre e che dobbiamo introdurre con l’alimentazione);
  • E’ presente una varietà di  vitamine: vitamina A (in quantità superiore a quella delle carote) , vitamine del gruppo B (B1, B2, B6), vitamina C (in quantità superiore a quella presente nelle arance);
  • Sono contenuti diversi sali minerali in elevata concentrazione, calcio, ferro, potassio, magnesio, fosforo, zinco.
  • E’ presente una buona quantità di fibre.
  • I semi contengono dal 30 al 50% di olio ( le  olive ne contengono dall’ 8 al 20%). Dai semi si estrae un olio ricco di acido oleico, lo stesso acido grasso insaturo presente nell’olio di oliva, omega3 e omega6.

 

In ambito cosmetico vengono utilizzati sia gli estratti delle foglie che l’olio ottenuto dai semi della pianta. 

Dai semi si ottiene un olio ricco in:

  • tocoferolo, con proprietà antiossidante
  • steroli, con effetto antiossidante
  • acido oleico che, presente dal 65 al 78% effetto antiossidante e idratante
  • acido stearico, palmitico, arachidico e beenico con effetto emolliente
  • isotiocianati e glucosinolati aromatici che possiedono una potente attività antibatterica efficace soprattutto nei confronti dei batteri responsabili dell’acne e della forfora.

L’olio di Moringa viene utilizzato per la produzione di creme, saponi e prodotti per capelli.

L’olio di Moringa è molto apprezzato dall’industria cosmetica perché, oltre ad essere ricco di principi attivi, è molto leggero e  le creme che lo contengono si spalmano facilmente senza appesantire.

Prodotti consigliati:

Articolo realizzato dalla Dott.ssa Gatti Anna

Biologa esperta in Nutrizione Umana

Condividi su